Find the word definition

Wikipedia

MIE

  • Magnetic Isotope Effect
  • Meta Information Encapsulation (ExifTool file format)
  • Metal-induced embrittlement; see embrittlement
  • Microsoft Internet Explorer
  • MIE - a member of Japanese idol group Pink Lady. See Mitsuyo Nemoto.
  • Minimum Ignition Energy
  • Minimally Invasive Education
  • Muncie, IN, USA - Delaware County Airport (Airport Code)
  • Modern Indo-European
  • Mobile Internet Experience

Mie (pose)

The mie pose (見え or 見得, mie, pronounced 'mee-eh'), a powerful and emotional pose struck by an actor, who then freezes for a moment, is a distinctive element of aragoto Kabuki performance. Mie means 'appearance' or 'visible' in Japanese, and one of the primary purposes of this convention is to draw attention to a particularly important or powerful portion of the performance. It is meant to show a character's emotions at their peak, and can often be a very powerful pose. The actor's eyes are opened as wide as possible; if the character is meant to seem agitated or angry, the actor will cross his eyes. In Japanese, the mie pose is said to be "cut" by the actor (見得を切る, mie wo kiru). Audience members will shout out ( kakegoe) words of praise and the actor's name at specific times before and after the pose is struck.

The practice of mie is said to have originated with Ichikawa Danjūrō I in the Genroku era, along with the aragoto style itself. There are a great many mie, each of which has a name describing it, and many of which are associated with particular lines of actors.

In the Genroku mie, one of the most famous or well-known, the actor's right hand is held flat, perpendicular to the ground, while his left hand is pointed upwards, elbow bent. At the same time, the actor stamps the floor powerfully with his left foot. This mie is most strongly associated with the character Kamakura Gongorō Kagemasa, the hero of the play Shibaraku, and is said to have been invented by Ichikawa Danjūrō I.

Two mie cut by the priest Narukami, in Narukami Fudō Kitayama Zakura, are the "post-wrapping pose" (柱巻きの見得, Hashimaki no mie), in which the actor wraps his arms and legs around a post, column, or long weapon such as a naginata, and the Fudō no mie (不動の見得), which is meant to resemble the Buddhist figure Fudō Myoō, is a very strong pose, meant to evoke anger and power.

In Kanjinchō, the monk Benkei cuts the Fudō no mie while holding a scroll (the play's titular "subscription list" or kanjinchō) in one hand and Buddhist prayer beads in the other. Another pose taken by Benkei in this play is the so-called "rock-throwing pose" (石投げの見得, Ishinage no mie), which is meant to look like its namesake.

The term tenchi no mie (天地の見得), or "heaven and earth pose," is used when two actors, one low on the stage and one high above, on a rooftop or other set-piece, strike a pose simultaneously.

Mie (crater)

Mie Crater is an impact crater in the Cebrenia quadrangle of Mars, located at 48.5°N latitude and 220.4°W longitude. It is 104.0  km in diameter and was named after Gustav Mie, and the name was approved in 1973 by the International Astronomical Union (IAU) Working Group for Planetary System Nomenclature (WGPSN).

Wiktionary

Usage examples of "mie".

Successivamente finii col recintare altri cinque appezzamenti per farvi pascolare le mie capre, e dei piccoli ovili nei quali facevo entrare le bestie quando avevo bisogno di prenderle, oltre a cancelletti che mettevano in comunicazione un recinto con l'altro.

Sopraffatto dalla fatica caddi in un sonno profondo e dormii come ben pochi, suppongo avrebbero dormito in condizioni analoghe alle mie, attingendo al sonno il maggior ristoro che mi abbia mai dato in qualsiasi circostanza.

Inoltre tenevo sempre in casa due o tre capretti e gli insegnavo a prendere il cibo dalle mie mani.

Almeno fa parte delle mie capacità, si disse, ripensando divertito a quale fatica immane gli era costata sollevare perfino un sassolino.

Le mie cose sono tutte imballate, tutti i dipinti sono già caricati sul furgone.

Stavo dicendo addio a queste ragazzine: addio ai loro visi luminosi e alla loro fiducia illimitata e al loro innocente non censurato entusiasmo, addio a tutti i padri e le madri che hanno letto loro le mie opere.

Tempo addietro mi aveva addolorato la perdita di una delle mie gatte, che se n'era scappata via da casa, o forse, com'ero incline a pensare, era morta.

Below these lines were written, in a strange hand, the following in Italian: — Se alle sei della mattina le quattro mile piastre non sono nelle mie mani, alla sette il conte Alberto avra cessato di vivere.

Al contrario, io rivolgevo le mie preghiere a Dio come in preda al tormento, a un continuo travaglio dell'anima, o come un uomo circondato dal pericolo, che viva nell'attesa ogni notte di essere ucciso e divorato prima dell'alba.

Di conseguenza, avendo deciso di non consumare un solo chicco di grano finché non ne avessi accumulato un quantitativo maggiore, nel corso dei sei mesi successivi potei dedicare tutto il mio estro e tutte le mie energie a procurarmi gli arnesi atti alla trasformazione del grano (quando lo avessi avuto) in un bene adatto alle mie necessità.

Charlotte avrebbe dovuto avere una bella voce, poiché Charlotte era quella che mi aveva davvero reso famoso, sostenuta solo un po' da Bettina e Angelica e da tutte le mie altre ragazzine.

Lavorando ogni giorno per quanto lo consentivano le mie forze e il tempo disponibile, ho impiegato diciotto giorni interi per allargare e approfondire la mia grotta, in modo che potesse accogliere comodamente tutta la mia roba.

E allora, con l'accrescersi della mia attività e della mia ricchezza, la mia testa cominciò a riempirsi di progetti e di ipotetiche imprese superiori alle mie possibilità: di quelli che non di rado portano alla catastrofe i più avveduti commercianti.

Dopo aver sperimentato a mie spese le dannose conseguenze del trovarsi all'aperto quando pioveva, mi preoccupai di radunare in tempo le provviste necessarie, in modo da non esser costretto a uscire.

Ne scelsi uno molto grosso, ma tale nondimeno da poterlo smuovere con le mie forze, lo arrotondai e lo sagomai all'esterno per mezzo della scure e dell'accetta, e da ultimo, con l'aiuto del fuoco e con grande fatica, vi praticai un incavo con la stessa tecnica usata dagli Indiani del Brasile per fabbricare le loro canoe.