Find the word definition

Wikipedia

Avre (Eure)

The Avre is a river in France and a left tributary of the River Eure.

The headwaters are in the Perche forest in Orne. It is 280m above sea level and joins with the Eure near Dreux and forms the border between the Eure and Eure-et-Loir départements.

The Avre is 80 km long and its watershed extends to 917 km². It flows through the Orne, Eure-et-Loir and Eure départments and historically forms part of the border of Normandy.

Avre (Somme)

The Avre is a river in Picardie and is the principal tributary, from the left side, of the Somme. At 66 kilometres long, it drains a relatively important basin of 1,150 km² but only flows at best 5,1 m³/s near its confluence at Longueau.
Its principal tributaries are: the Noye, joining at Boves, the Trois Doms joining at Pierrepont-sur-Avre, the Brache joining at Braches and the Luce at Berteaucourt-les-Thennes.

Avre

Avre may refer to:

  • Avre (Eure), a river in northwestern France, tributary of the Eure
  • Avre (Somme), a river in northern France, tributary of the Somme
Wiktionary

avre

init. (context British military English) armoured Vehicle, Royal Engineers

Usage examples of "avre".

A quei tempi non avrebbe mai immaginato di doversi trovare in quella posi­zione, né di averne le capacità.

Non vi avrebbe trovato la totale confusione (totale per chiun­que fosse nato in un Secolo orientato sulla materia) dei vortici di energia del 300°, o della dinamica dei campi del 600°.

Il nativo di un Secolo orientato sull'energia questo non lo avrebbe forse capito, perché per lui tutte le cose materiali sarebbero ap­parse variazioni minori di un tema grossolano, pesante e barbarico.

Il più grande Computaplex che mai fosse stato co­struito, programmato dal più intelligente e più esperto Calcolatore Anziano che mai fosse nato, avrebbe potuto indicare solo i campi entro i quali sarebbe stato possibile trovare il M.

L'errore della Sezione che, come dite, era praticamen­te inevitabile, avrebbe fatto un'impressione pessima nel mio curriculum.

Se ci penserà troppo, il suo risentimento si tra­sformerà in sorda collera, al pensiero di essere stato sal­vato da un Tecnico da un errore che avrebbe fatto retro­cedere di molti punti la sua qualifica.

Infine, qualche Calcolato­re aveva elaborato il Mutamento di Realtà necessario per abbassare l'assuefazione alla droga ai limiti di sicurezza, e aveva scoperto che, operando il Mutamento, ci sarebbe stato un effetto collaterale che avrebbe influito sulla te­cnica del volo spaziale elettrogravitazionale, facendola praticamente svanire.

E allora tutti gli altri lo avrebbero fissato con aria accusatrice, perfette immagini di nobiltà offesa.

I loro sguardi avreb­bero detto: Tu, e non noi, hai distrutto questa meravi­glia.

Per la prima volta Harlan avrebbe potuto lavorare senza la supervisione di nessuno, e la consapevo­lezza di questo nuovo elemento lo aveva privato di buona parte della sua sicurezza, quando si era presentato a rap­porto per la prima volta dal Calcolatore incaricato di quel­la Sezione.

C'era perfino una poesia, che egli conservava come un tesoro, e che affermava come un di­to, dopo avere scritto qualcosa, non avrebbe potuto ritor­nare indietro e disfare il proprio lavoro.

La sua presenza doveva infatti limitarsi ai luoghi e ai momenti in cui non avrebbe danneggiato direttamente o indirettamente la Realtà.

Più di una volta aveva pensato che la sua presen­za in quel Secolo, come uomo di un'altra epoca, avrebbe potuto modificarne la storia.

Si sarebbero ri­trovate in una Realtà nuova, con tutti i ricordi propri di quella nuova Realtà, e non avrebbero potuto pensare, so­gnare, e neppure immaginare di essere state diverse.

E anche se non fosse stato così, uscire dai confini imposti in posizioni casuali avrebbe potuto cambiare la Realtà in molti modi.